Iniziative

Il sostegno psicologico

PER I MALATI E PER I FAMILIARI

Il cancro incide profondamente non solo sul corpo, ma anche sulla psiche. Non c’è paziente oncologico o suo parente che non possa testimoniarlo. E’ per questo motivo che, fin dall’inizio delle sue attività, una delle principali preoccupazioni di Cancro Primo Aiuto è stata quella di far avere un sostegno che andasse al di là delle sole cure mediche e che si rivolgesse sì ai malati, ma anche ai loro famigliari. Infatti, sono spesso anche questi ultimi ad avere necessità di uno specifico aiuto psicologico, non sapendo come affrontare la nuova situazione e i rapporti con il malato.
Essendo questa un’attività non contemplata in quelle strettamente curative e quindi sostenute dal servizio sanitario, Cancro Primo Aiuto da anni si è fatta carico di finanziare la presenza di queste figure in diversi ospedali e hospice della Lombardia. Psicologhe pagate dall’associazione lavorano, infatti, presso l’Asst di Cremona, l’Istituto Neurologico Carlo Besta di Milano, la Società Cooperativa La Meridiana di Monza, il Policlinico San Matteo di Pavia, l’Ospedale di Sondalo, l’Hospice Bassini di Cinisello Balsamo e l’Hospice di Giussano.

Condividi questo post